Venatoria

Nell’azienda si può cacciare tra boschetti naturali di robinie, boschi di pioppi e di noci intervallati da colture a perdere e, tra le stoppie di riso e di mais, diversi campi incolti. In un clima familiare (solitamente il cacciatore ha a disposizione tutte le strutture aziendali solo per lui) si possono cacciare lepri, fagiani, starne, beccace, beccaccini e anatre di ogntipo con queste proposte:

miniquota per 1 cacciatore:
n. 30 capi – 10 uscite Euro 600
giornate usufruibili
dal lunedì al giovedì compreso

Quota A
n. 100 capi – 10 uscite Euro 1.900

Quota B
n. 200 capi – 20 uscite Euro 3.700

Possibilità di quote giornaliere
Euro 19 a capo abbattuto
Euro 2 spiumatura

A fine caccia potrai gustare salumi tipici e inimitabili risotti